Motorola g5 plus, miglior telefono Android sotto 300€

Al Mobile World Congress, Lenovo ha annunciato le sue intenzioni di essere presente sul mercato degli smartphone unicamente con il brand Moto. Una scelta importante nonostante l’ottimo lavoro fatto, anche recentemente, con i suoi smartphone “Vibe” della serie P e K che ho sicuramente molto apprezzato. Al Moto G5 ed al Moto G5 Plus spetta il compito di far tornare la gamma Moto G ai vertici dei cosiddetti “best buy” dopo un periodo un po’ più in ombra.

Iniziamo con la sensazione al tatto, davvero ottima nonostante la scocca sia realizzata in plastica. Sono invece in metallo la parte posteriore, i tasti laterali, il contorno della capsula auricolare e quello della fotocamera posteriore che sporge di circa 2mm rispetto allo spessore di 7.7. Moto G5 Plus viene venduto in due varianti di colore, Lunar Gray e Fine Gold, ma potrebbe anche arrivarne una Blue.

Il design può piacere o non piacere ma è decisamente ottima l’usabilità con una sola mano che rende quasi del tutto inutile la possibilità di ridurre lo schermo tramite una gesture, funzione che ci costringerebbe però ad utilizzare i tasti a schermo (sempre attuabili da Moto Actions) al posto del tasto home, comodo anche se richiede un po’ di pratica iniziale, che integra un veloce e preciso sensore per il riconoscimento delle impronte e che offre anche un piacevole feedback tattile: un tocco segnalato da una breve vibrazione fa tornare alla home, un tocco più prolungato segnalato da una vibrazione un po’ più lunga fa spegnere il display ed un tocco di circa un secondo fa accedere a Google Now. Swipe verso destra e sinistra per tornare indietro ed accedere al multitasking.

Sulla parte anteriore, protetta da un vetro Gorilla Glass 3 della Corning, ci sono i sensori di luminosità e di prossimità. Alla mancanza del LED di notifica sopperisce Display Moto che si attiva brevemente anche quando solleviamo il device. Basta un tocco per visualizzarla o uno swipe verso l’alto o verso il basso per accedere direttamente all’applicazione. A differenza dei Moto di fascia superiore non ci sono i sensori ad infrarossi per attivare il display con il movimento della mano.

Nessun problema in caso un contratto accidentale con l’acqua. Il Moto G5 Plus, infatti, è protetto da un nano rivestimento che lo protegge superficialmente ma non lo rende impermeabile.

moto-g4plus-10000u720u19.jpgUnknown.jpeg

grazie per il tempo dedicato alla lettura di questo articolo

Paolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: