Come riutilizzare un vecchio laptop

Quando acquistiamo un computer portatile, ce ne affezioniamo e difficilmente lo vorremmo cambiare. Ma come tutti i dispositivi elettronici dopo un paio di anni le prestazioni cominciano a calare e lavorare diventa veramente molto complicato. Il termine per spiegare questo fenomeno è obsolescenza programmata: ogni tre, quattro anni è necessario cambiare i propri dispositivi: smartphone, computer, elettrodomestici casalinghi. Sul fronte dei telefonini e dei laptop, le software house dopo un paio di anni non supportano più il dispositivo che diventa preda di malware e attacchi informatici. Ma se non volete mettere nel ripostiglio il vostro vecchio laptop, è possibile riutilizzarlo in un altro modo cambiando sistema operativo o installando un programma che ne cambia le funzionalità.
Se avete intenzione di acquistare un NAS, prima di completare l’acquisto valutate l’idea di trasformare il vecchio notebook in un network-attached storage. Se, invece, si è convinti che il laptop sia ancora in buone condizioni si può valutare l’idea di cambiare sistema operativo. Windows 10 potrebbe avere dei requisiti troppo alti, ma non bisogna disperarsi. Se si conosce un po’ di informatica è possibile installare una delle versioni di Linux disponibili, o in alternativa trasformare il laptop in un Chromebook. Le alternative per riutilizzare un vecchio laptop non mancano di certo, bisogna solo trovare quella che meglio si adatta alla propria situazione.
Valutare le condizioni

Prima di decidere di trasformare il notebook in un NAS o in una cornice digitale è necessario assicurarsi che le condizioni del dispositivo siano perlomeno accettabili. Nel caso in cui l’hard disk inizia a dare problemi o mancano alcune lettere sulla tastiera, si dovranno valutare i costi per la riparazione e la sostituzione delle componenti rovinate e decidere cosa fare. Se la spesa è ragionevole, allora si potrà riutilizzare il laptop e trasformarlo nel media center del proprio salotto. Anche in questo caso, è necessario capire quale sia il miglior sistema operativo da installare: Windows 10 è uno dei più sicuri, ma probabilmente ha dei requisiti troppo alti per un laptop di sei o sette anni fa. Valutare l’installazione di una distro di Linux può essere la scelta migliore. In alternativa, è sempre possibile installare una vecchia versione del sistema operativo di Microsoft: da Windows 7, passando per Windows XP fino ad arrivare a Windows 8.
Installare Linux
Se si è troppo affezionati al vecchio laptop, è possibile farlo tornare a nuova vita installando una delle tante distribuzioni di Linux. Sistema operativo open-source, offre tantissimi programmi differenti, che possono sostituire molto facilmente i software presenti su Windows (LibreOffice per coloro che hanno bisogno di una suite di lavoro, o GIMP per chi è alla ricerca di un programma per l’editing fotografico). Con alcune periferiche (soprattutto le stampanti) potrete trovare dei problemi di compatibilità, ma che possono essere risolti con un po’ di pazienza. L’unico problema è capire quale versione di Linux installare: ne esistono a decine, ognuna con caratteristiche e funzionalità diverse. Il primo modo per riutilizzare il vecchio laptop è sicuramente installare Linux.
Trasformare il vecchio laptop in un Chromebook
Se il computer portatile è molto vecchio e le prestazioni oramai insufficienti per qualsiasi sistema operativo, l’ultima possibilità è trasformarlo in un Chromebook, installando Chromium, l’OS realizzato da Google. Gli utenti che utilizzano quotidianamente Android non avranno nessuna difficoltà ad adattarsi all’interfaccia grafica del sistema operativo. Le applicazioni disponibili sono quelle presenti sul Google Play Store: per lavorare con Office e navigare su Internet è sufficiente anche un vecchio notebook con Chromium come sistema operativo.
Trasformare il vecchio laptop in un NAS

Se il notebook ha un hard disk piuttosto capiente, la scelta migliore potrebbe essere quella di trasformarlo in un network-attached storage system. Non ancora molto diffusi in Italia, i NAS sono dei dispositivi che fungono da hub centrali per il network casalingo. È possibile collegarci tutti i dispositivi e utilizzarlo per trasferire film, immagini e video. Quando si scarica un film, senza doverlo tenere sulla memoria dello smartphone, sarà possibile trasferirlo nel NAS e vederlo quando si vuole. Per trasformare il laptop in un network-attached storage basta installare un programma come FreeNAS che offre la possibilità di condividere i file sia online sia offline.
Costruire un media center per il salotto
Se il televisore del salotto non dispone delle funzionalità smart, è possibile utilizzare in sostituzione il vecchio laptop. Può sembrare una soluzione un po’ estrema, ma molto utile se non si vuole mettere nel ripostiglio il notebook. Collegando il computer portatile al televisore si potranno vedere i film e le serie tv di Netflix o in alternativa vedere i programmi televisivi in streaming.
Donare il computer alla scienza

Una scelta generosa potrebbe essere quella di donare il computer alla scienza. Non fisicamente, ma utilizzando un software che permette di analizzare i dati dei telescopi o aiutare i ricercatori a portare avanti alcuni studi sui cambiamenti climatici. Per farlo basta installare il programma Boinc e scegliere il progetto scientifico a cui donare le prestazioni del proprio computer. La banda occupata è veramente poca e si aiuterà la scienza a migliorare la vita dei nostri nipoti.
Trasformare il vecchio laptop in un videocamera di sorveglianza
Prima di portare in discarica il notebook, abbiamo ancora delle opportunità per poterlo riutilizzare. Se il vecchio laptop dispone di una webcam, è possibile trasformarlo in una videocamera di sorveglianza. Nulla di troppo complicato, esistono diversi programmi che permettono di utilizzare la webcam per sorvegliare la propria abitazione, per controllare il sonno dei propri bambini o vedere se il nostro cane ha mangiato tutto quello che gli abbiamo preparato.
Costruire un hard disk esterno o una cornice digitale

Se alcune componenti del laptop sono inutilizzabili, è possibile usare i pochi pezzi ancora funzionanti e costruire un nuovo dispositivo. Il modo più semplice per riutilizzare il disco rigido è acquistare un case esterno e trasformarlo in un hard disk portatile. Se, invece, siete degli amanti del fai da te e appassionati di elettronica, si potrà costruire una cornice digitale, partendo dallo schermo del vecchio laptop. Con un po’ di pazienza e tanto tempo libero si potrà cambiare faccia al notebook e realizzare una cornice digitale artigianale.

grazie per il tempo dedicato alla lettura di questo articolo

Paolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: