Smartphone non carica più: cosa fare

Uno degli incubi più ricorrenti tra gli utenti è quello di collegare il proprio telefono alla correte e… notare che lo smartphone non carica più! Nulla da fare, anche cambiando caricatore o cavo USB non si hanno miglioramenti: ci proviamo e riproviamo ma la situazione è sempre la stessa, per questo motivo siamo qui a spiegarvi come fare a risolvere questo fastidioso problema. Prima di iniziare ci teniamo a dire che non è detto che il vostro telefono, nel momento in cui si verifica questo problema, sia da buttare.

Spesso i problemi di ricarica sono futili e facilmente risolvibili: di seguito esamineremo ogni ipotesi e la sua relativa soluzione.

Connettore intasato di polvere o guasto

Spesse volte il motivo più ricorrente del perché il vostro smartphone non carica più è proprio un guasto al connettore, oppure semplicemente l’ostruzione provocata dall’accumulo di polvere. Lo sporco che si accumula è facilmente removibile: per pulire il connettore dovrete spegnere il telefono, togliere la batteria se è rimovibile e affidarvi ad un aggeggio molto sottile (come lo stuzzicadenti o spillo) per rimuovere DELICATAMENTE l’accumulo di sporcizia.

Credetemi, a volte rimarrete sorpresi da quanta polvere si sia accumulata. La polvere impedisce il corretto funzionamento del connettore. Ora che avete rimosso l’accumulo di sporcizia, provate a ricaricare lo smartphone e vedete se avete risolto, spesse volte questa procedura risolve i problemi più comuni. Lo sporco non è presente solo nel connettore, anche tra il caricabatterie e il cavo USB può capitare di trovare accumuli da rimuovere: quindi provate a soffiare o a usare anche qui il metodo dello stuzzicadenti, sempre con tanta calma e attenzione, molto probabilmente potrete risolvere il vostro problema.

Se non avete risolto, provate le seguenti soluzioni proposte nell’articolo ma ricordate che se nessuna di esse funziona allora il problema potrebbe essere il connettore USB rotto (che potete sostituire in un centro riparazioni per poche decine di euro) o la batteria da cambiare.

Adattatore difettoso o rotto

Se avete provato a cambiare cavo USB e avete capito che il problema non dipende da lui, magari il problema può dipendere dall’adattatore difettoso e non vi resta che cambiarlo. Questo capita spesso quando si usano adattatori non originali ma può capitare anche che l’adattatore originale stesso venga stressato a causa del suo utilizzo poco attento e si consumi fino a rompersi, fino a non funzionare più.

Quindi prima di dare la colpa al vostro connettore accertatevi che l’adattatore non abbia nessun problema, cercando anche di provare le varie prese che avete in casa. Se volete un nuovo caricatore potete trovarne tantissimi compatibili, ufficiali e sicuri in questa pagina Amazon.

Batteria gonfia o guasta

La batteria può essere la causa del vostro problema, vi consigliamo di controllarla: se è removibile di estraetela e controllate se è diventata gonfia. In tal caso sbarazzatevene subito, se ha rilasciato liquidi la prima cosa da fare è pulire il vostro smartphone alla perfezione in modo che non venga danneggiato ulteriormente. Se però il vostro smartphone non è dotato di batteria rimovibile, provate a farlo girare su una superficie piana: se vedete che ruota senza problemi allora la batteria ha un rigonfiamento, in tal caso non vi resta che andare in un centro e farvi risolvere il problema, sostituendola.

Avete provato un altro cavo USB?

Può essere un cosa molto banale, ma è vero che spesse volte il colpevole è proprio il cavo USB. Teniamo a ricordarvelo perché tendiamo sempre a pensare al peggio per i nostri smartphone, quindi prima di pensare a come risolvere questo problema, cambiate cavo USB e provate a caricare il vostro smartphone. Un cavo USB danneggiato rallenta la carica oppure impedisce la ricarica dello smartphone.

I cavi USB sono molto economici: potete acquistarli direttamente su Amazon, dove trovate anche una sezione dedicata ai cavi USB Type-C.

 Ancora vogliamo ricordarvi di stare attenti con i vostri smartphone, di controllare che il vostro telefono non sia bagnato o bollente prima di caricarlo, evitate di tenerlo sotto carica e nello stesso tempo utilizzare lo smartphone per giocare provocando stress: ciò porta a surriscaldarlo e danneggiare la batteria.
Spero di essere stato utile e aver risolto il vostro problema.
Grazie per il tempo dedicato alla lettura di questo articolo
Paolo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: