Google sarebbe interessata all’acquisto della sezione smartphone di HTC

Google potrebbe essere vicina all’acquisto della HTC, azienda di Taiwan produttrice di smartphone e attualmente in difficoltà. Secondo un rapporto pubblicato su una rivista di Taiwan, le due società si trovano nelle fasi finali dei colloqui di acquisizione, sebbene non si conoscano i dettagli sul costo dell’operazione.

L’accordo segnerebbe un sorprendente ritorno di Google nell’industria dell’hardware, tre anni dopo aver venduto la sua quota di Motorola. E quando Google decide di investire nella costruzione di un suo dispositivo, come per il Pixel, possedere una sussidiaria può aiutare a rendere più forte la sfida ad Apple. Al momento, comunque, Google e HTC non hanno commentato la notizia.

Attraverso una nota riportata da UBS, pare che  l’accordo abbia coinvolto solo lo staff di ricerca e sviluppo di smartphone di HTC. UBS ha dichiarato che Alphabet non dovrebbe essere d’intralcio a questa scelta commerciale.

Tra i potenziali vantaggi dell’offerta, secondo UBS, ci sarebbe una “integrazione più approfondita tra hardware e software, per compensare alcuni problemi che Android riscontra rispetto ad iOS”.

Le azioni di Alphabet, intanto, sono rimaste invariate, nell’immediato post-annuncio di giovedì scorso.

La storia si ripete

Secondo un rapporto di Bloomberg del mese scorso, HTC starebbe esplorando le sue opzioni, in quanto le vendite di smartphone sembrano ridursi sempre di più e le attività commerciali attorno alla realtà virtuale stentano a decollare come sperato.

A questo punto, dovesse concludersi tutto con un nulla di fatto, potrebbe suonare strano, per un gigante come Google. Nel 2011 l’azienda di Mountain View ha acquisito Motorola per 12,5 miliardi di dollari, uno sforzo analogo a questo, che puntava appunto ad aumentare le ambizioni in campo hardware. Morotola rilasciò in seguito alcuni dispositivi prodotti con Google, ma nessuno di questi ebbe particolare successo. Ecco perché nel 2014 Google ha di fatto scaricato Motorola e ha venduto tutto a Lenovo per 2,9 miliardi di dollari.

Ritorno all’hardware

Google sembra aver rinnovato l’interesse per il campo hardware, visto come segmento in crescita. L’anno scorso l’azienda ha formato una nuova divisione hardware, con a capo l’ex presidente di Motorola, Rick Osterloh, responsabile dell’uscita di prodotti come i Pixel, Google Home e il visore DayDream View.
A proposito di Pixel, pare che sia quasi pronto per il rilascio un aggiornamento dello smarphone di Google, oltre che un nuovo Chromebook Touch per ottobre.

Grazie per il tempo dedicato alla lettura di questo articolo

Paolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: