Evento Google 2017: Ecco I Nuovi Dispositivi “Made By Google”

L’evento Google ha portato numerose novità. Andiamolo a scoprire insieme!

Questa sera, la grande azienda di Mountain View ha presentato la nuova serie di prodotti “made by Google”. Durante l’evento Google, il CEO Sundar Pichai ha introdotto il tema dell’intelligenza artificiale come colonna portante dei prossimi anni e, sopratutto, dell’intero ecosistema Google.

Attraverso il sistema di machine learning, Google Assistant è migliorato di gran lunga. Google Home supporta Hands-free calling e attraverso il Voice Match riesce a capire con chi sta dialogando e dunque a variare le sue risposte in base all’utente. Google WIFI è diventato il primo router ad essere venduto negli USA, dandoti il miglior segnale all’interno della casa monitorando i tuoi spostamenti.

Cosa c’è di nuovo? Google punta all’unione software + hardware + AI!

Evento Google, i dettagli

Google Home Mini

Il nuovo Google Home Mini è una variante di Google Home, più piccola e più maneggevole. E’ stato ideato per essere compatibile con qualsiasi casa e per essere messo in diverse stanze. Costruito con 4 LED che indicano il suo stato attuale (pensando, attivo o spento), è possibile utilizzarlo, ovviamente, sia con la nostra voce, che toccandolo sulla scocca. In base a come lo andremo a “tappare”, il dispositivo si comporterà in maniera diversa. La qualità audio è migliorata e sono state introdotte nuove funzioni. Una funziona, abbastanza banale ma molto utile, è il “trova il mio telefono“. Questa funziona permette di far suonare il proprio dispositivo Android (anche se è stato lasciato in silenzioso) oppure di chiamarlo, se avremo un iPhone.

Tramite un qualsiasi devices Google, sarà possibile inviare messaggi broadcasting su tutti i dispositivi Home e non. La nuova partnership con NEST renderà i nuovi dispositivi Google Home ancora più essenziali, automatizzando la casa e rendendola più sicura. E’ un dispositivo fatto per tutta la famiglia. Per i bambini, risulta uno strumento più divertente e sopratutto privo di schermi. Per questo motivo, è stato lanciato un framework per gli sviluppatori, chiamato actions on Google, attraverso il quale, chiunque può creare contenuti per bambini, e in generale per i dispositivi domestici.

Già da oggi, si può preordinare Google Home Mini per 49$ e sarà spedito dal 19 Ottobre.

Google Home Max

Google Home Max è più grande di qualsiasi altro Google Home e sopratutto è più forte, migliorando i frequenze basse. Ovviamente, anche in questo dispositivo c’è l’intelligenza artificiale di Google Assistant unita a smart sound in modo da suonare differenti generi in base al contesto in cui si trova e in base alla persona. E’ fondamentale il lavoro di machine learning, in continua allenamento per migliorare l’esperienza utente in base alla stanza in cui si trova. Ovviamente si adatta ad ogni tipo di stanza. Una caratteristica molto importante è quella di poterla usare come cassa esterna per un qualsiasi impianto audio e la possibilità di controllarlo vocalmente.

Il prezzo di lancio di Google Home Max è di 399$. E’ possibile preordinarlo ora e le spedizioni partiranno da Dicembre. Inoltre, per chi acquista questo dispositivo, Google regala dodici mesi di YouTube Red (incluso Youtube Music).

Google Pixelbook e Google Pixelbook Pen

Durante l’evento Google, è stato presentato anche un nuovo computer: il Google Pixelbook. Costruito interamente in materiali premium, risulta bello esteticamente e piccolo nelle dimensioni. Il touch-screen e rotazione della tastiera a 360°, permette di utilizzarlo anche come tablet, in stile Surface. Ha uno schermo di 12,3″ ed è un Quad HD LCD con densità di 235 ppi. Si carica tramite type-C e dichiara di avere 10 ore di autonomia. Il sistema operativo è chromeOS con l’aggiunta di Google Assistant che ne migliora l’utilizzo. In particolare, l’intelligenza artificiale agisce sulla tastiera, che diventa smart e riesce ad evitare gli errori ortografici, e l’instant tethering, che permette di collegarsi in maniera automatica alla rete del proprio dispositivo in assenza di connessione internet. Sul dispositivo è presenta il Google Play, dal quale si potranno scaricare tutte le applicazioni compatibili in stile Samsung Dex Station.

Google Pixelbook Pen è uno strumento molto utile se unita all’uso di Google PixelBook. Oltre ad avere oltre 2000 livelli di sensori di pressione, è utile poiché ha un bottone per l’attivazione di Google Assistant che permette di cercare sul web, qualunque cosa si voglia.

Sia Google Pixelbook Pen sarà venduta a 99$ mentre il Google Pixelbook partirà da un valore di 999$ e le spedizioni incominceranno da Ottobre. La configurazione hardware varia dal processore, che potrà essere un Intel Core i5 o i7, per la RAM, che sarà possibile fare l’upgrade fino a 16Gb, e avremo un SSD da 516Gb di capienza massima.

Ecco uno dei dispositivi più attesi dell’anno esentati durante l’evento Google

Google Pixel 2 e XL 2

Il tanto atteso Google Pixel 2 è arrivato. Leviamoci subito il dente dicendo che, anche Google, ha tolto l’ingresso jack per le cuffie, lasciando solo il type-C. Una delle novità rispetto alla vecchia versione del Pixel è il display. E’ always-on permettendoci di controllare le notifiche più importanti in ogni momento, senza dover “accendere il dispositivo”. Nella modalità always-on, integra la funzione di now playing, che permette di sapere in ogni momento che tipo di canzone stiamo ascoltando, senza aprire Shazam. Il display è ottimizzato per la realtà virtuale. Abbiamo delle cornici, se pur non spesse, sotto e sopra mentre ai lati diventa borderless con lo schermo curvo sui bordi. E’ stata introdotta la modalità Squeeze the phone permettendo di attivare Google Assistant quando stringiamo il telefono.

Intelligenza artificiale direttamente nella camera

Grazie all’aiuto dell’intelligenza artificiale, Google migliora la fotocamera tramite l’introduzione di Lens. Questo ci permette di esaminare qualunque cosa direttamente dalla nostra fotocamera cosi da avere tutte le info a riguardo.

Le ottimizzazione dell’intelligenza artificiale sulla fotocamera non si fermano qui. Abbiamo l’introduzione della modalità motion photo e portrait sia nella camera posteriore che in quella anteriore. Questo è possibile con una sola camera poiché la AI riuscirà a identificare le distanze e i punti da mettere a fuoco. Abbiamo una stabilizzazione sia ottica che digitale (OIS e EIS) che lavorano insieme per darci una migliore esperienza durante le riprese video. Il miglioramento della fotocamera e del display, migliora l’esperienza della realtà aumentata.

Acquistare il Google Pixel 2 o il Google Pixel XL 2 non fa alcuna differenza. Entrambi i telefoni avranno le stesse caratteristiche (a parte lo schermo più grande). Frecciatina ad Apple e alla sua scelta di dividere i dispositivi normali da quelli Plus. Il prezzo di Pixel 2 parte da 649$ con la versione da 64Gb mentre il Pixel XL 2 parte da 849$, sempre con la versione da 64Gb. In Italia, verrà venduto solo il Google Pixel XL 2 per 989€. Chi preordina ora, riceverà un Google Home Mini in regalo, mentre per tutti i compratori di Pixel, si avrà il cloud di Google photo illimitato per caricare foto/video in massima qualità.

Google Daydream View

Google Daydream View si presenta simile al modello dello scorso anno ma in una versione migliorata. Abbiamo uno speaker frontale e delle fotocamere perfettamente calibrate per ottimizzare al meglio l’esperienza della realtà aumentata. Questa nuova versione ha lenti ad alte prestazioni per migliorare la chiarezza dell’immagine. Uscirà entro la fine dell’anno con 250 titoli VR dedicati e la possibilità di utilizzare gli sticker AR.

Google Pixel Buds

In tema con i nuovi Google Pixel 2, vengono presentati i Google Pixel Buds. Sono degli auricolari made by Google wireless che promettono un audio eccellente e sopratutto l’integrazione con la AI. Questa integrazione, sostanzialmente, consiste di avere a portata di mano Google Assistant. Una funzione molto utile è la traduzione in tempo reale di 40 lingue (tra cui l’italiano) permettendo di comunicare con qualsiasi persona in due lingue diverse. Gli auricolari saranno utilizzati anche toccando la scocca esterna in modo tale da gestire la musica e richiamare Google Assistant.

Google risposte alle AirPods di Apple integrando un pocket charger per le cuffie che permettono di ricaricarle ogni quando servirà. Una carica promette quattro ore di autonomia.

Il prezzo delle Google Pixel Buds è di 159$.

Google Clips

Come ultima novità, ma non per questo meno importante, abbiamo Google Clips. E’ una sorta di camera portatile da poter inserire ovunque. Promette alte performance ma la novità effettiva, a differenze di altre videocamere è l’integrazione con la AI. Quest’ultima permette di far scattare foto o motion photo in maniera smart cosi da farti godere quel momento, senza dover pensare di doverlo immortalare di persona. Nel tempo diventa sempre più intelligente grazie alla presenza del machine learning, permettendo di capire chi sono le persone a te più care e in quale contesto si trova.

Un tema fondamentale da non poter comunque tralasciare è quello della privacy. Sarà possibile capire che la camera sta agendo tramite l’apposito LED. Inoltre, anche qui entra in gioco l’intelligenza artificiale. Riuscirà a cattura solo i momenti in cui ci troviamo con parenti e/o amici stretti e starà attenta anche al contesto in cui si trova. L’ultima barriera che proteggerà la nostra privacy è quella di poter salvare, condividere o cancellare le foto scattate tramite la sua app.

Il prezzo di Google Clips è di 249$ e non è stata ancora annunciata la data di uscita. In ogni caso vi terremo aggiornati.

Grazie per il tempo dedicato alla lettura di questo articolo

Paolo

Annunci

Una risposta a "Evento Google 2017: Ecco I Nuovi Dispositivi “Made By Google”"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: